Ingrid Veneroso

Ingrid Veneroso

Direttore Rivista Siti – Ufficio Comunicazione Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale

Direttore Rivista Siti – Ufficio Comunicazione Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale

Giornalista, dal 2004 si occupa di cultura e comunicazione.

Negli ultimi anni, la sua attività professionale si è concentrata sulla gestione di progetti legati ad attività di promozione e valorizzazione delle risorse del patrimonio culturale, con un focus particolare sui beni iscritti alla World Heritage List e cercando un approccio partecipativo rivolto alle comunità di riferimento.

Nonostante che l’Italia non abbia ancora ratificato la sua adesione alla Convenzione di Faro, condivide i principi in essa espressi, secondo i quali nelle attività di progettazione culturale è indispensabile rendere i cittadini protagonisti dell’azione culturale, per sviluppare le conoscenze, la consapevolezza e la cura del proprio patrimonio culturale, che parte dalla colonna del porticato sotto casa e continua nei libri di una biblioteca pubblica o di una chiesa romanica.

Le sue capacità di progettazione, realizzazione e monitoring delle attività si sono affinate nel tempo e con l’esperienza, partendo da piccoli interventi locali – come il rilancio dei corsi dell’Accademia Nazionale del Cinema che ha sede a Bologna – per poi arrivare a gestire con successo eventi culturali e attività più complesse.

Per mettere bene a fuoco le sue capacità e acquisire gli strumenti che le mancavano, nel 2018 ha partecipato al Master in Management dei Beni Culturali e Imprese Creative – MuSEC dell’Università di Ferrara, riuscendo ad entrare nel numero chiuso previsto con l’assegnazione di una borsa di studio.

Ha concluso il Master lo scorso gennaio con la presentazione di una tesi dal titolo “Coping with Complexity. P.D.C.A. Cycle (o Deming Cycle) in managing World Heritage”.

Lavorare nel ruolo di Project Manager le piace molto, è una delle attività che sente maggiormente nelle sue corde perché le permette di mettere a frutto la capacità di costruire un progetto mantenendo dalle prime fasi di ideazione fino alla conclusione una visione complessiva.

Il Tempietto dell’UNESCO. Fra falsi miti e opportunità

Sala Altoviti

Il 28 agosto scorso il New York Times ha pubblicato un reportage di Nikil Saval sul Sito Patrimonio Mondiale “Ivrea Città Industriale del XX Secolo”, leggilo online. Nel suo articolo il giornalista americano, analizzando le condizioni di gestione e valorizzazione in prospettiva turistica del sito stesso, riprende la critica al sistema del Patrimonio Mondiale portata […]

Day TWO 27 settembre UNESCO
MAGGIORI INFORMAZIONI