città.

Sala Altoviti

Questo panel di 50 minuti contiene tre storie, ognuna diversa dall’altra, ma con un filo rosso che le unisce: il ruolo delle policy culturali per la crescita di chi vive nella città, per la città.

La città laboratorio d’innovazione e cantiere di sperimentazione.

Partendo dal motto di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura Open Future, si parlerà di capacity building (potenziamento delle competenze) a livello sistemico destinato agli operatori socio-culturali: orientamento alla collaborazione, superamento della logica assistenziale, capacità di networking internazionale, ricerca di nuovi modelli di sostenibilità e di imprenditività.

La città culturale facilitatrice d’imprenditività: occasione e contesto per puntare su se stessi, esser imprenditori delle proprie competenze attraverso la capacità di adattamento all’ambiente circostante, trovare soluzioni rapide ed innovative, avere spirito d’iniziativa e propositività al fine di raggiungere i propri obiettivi.

La seconda città ci parlerà d’inclusione, formazione permanente, di creazione di capacità e cittadinanza: Napoli

La terza città è la Capitale della Cultura Italiana 2018: Palermo

A parlare di Matera, la prima conferma, il Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Salvatore Adduce.

A parlare di Napoli, la seconda conferma, il Consigliere Città Metropolitana di Napoli Elena Coccia

A parlare di Palermo, la terza conferma, l’Assessore alle CulturE Adham Darawsha

Coordina Robert Piattelli, co-founder BTO Educational, modera Giancarlo Piccirillo, esperto di destination marketing e cultural policies

Day THREE 28 settembre La cultura