Adele Cesi

Adele Cesi

Responsabile Focal Point nazionale per la Convenzione del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO al MiBACT

Responsabile Focal Point nazionale per la Convenzione del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO al MiBACT

Architetto, specializzata in Restauro dei Monumenti all’Università di Roma “La Sapienza” dove dal 2005 tiene un corso sul tema del progetto di restauro.

Entra al MiBAC nel 2000 e, dopo un’intensa esperienza alla Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici dell’Umbria dedicandosi ai lavori di restauro post-sismico (sisma Umbria – Marche 1997-1998), dal 2005 si occupa dell’attuazione della Convenzione sulla protezione del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO all’Ufficio UNESCO del Ministero per i beni e le attività culturali (Segretariato Generale, Servizio I), con il ruolo di Focal point nazionale, quest’ultimo dal 2009.

Sempre sul fronte internazionale, ha partecipato tra il 2014 ed il 2018 per il MiBAC, in qualità di esperta, a due progetti europei dedicati alle Politiche di vicinato realizzati in Georgia e Giordania, ed ha diretto, con il ruolo di Project Leader, un terzo progetto finanziato sullo stesso programma europeo e attuato in Azerbaijan.

Nell’ambito delle attività che svolge per il MiBACT e con riferimento alla Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Mondiale, fa parte della delegazione italiana che partecipa annualmente ai lavori del Comitato del Patrimonio Mondiale.

Ha partecipato, in qualità di esperto nazionale, a diversi incontri internazionali organizzati dall’UNESCO su temi collegati all’attuazione della Convenzione stessa, tra i quali il Futuro della Convenzione, Integrità del patrimonio culturale, Siti seriali transnazionali.

Ha coordinato e coordina il lavoro di diverse candidature italiane, nazionali e transnazionali per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, fornendo al contempo supporto tecnico scientifico ed interloquendo con il Centro del Patrimonio Mondiale attraverso la Rappresentanza permanente italiana presso l’UNESCO, coordina l’elaborazione del Rapporto Periodico dei siti già iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale.

Partecipa regolarmente a convegni, incontri e commissioni di esperti sul tema del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Ha pubblicato diversi articoli su riviste specializzate e su testi specialistici nel settore del patrimonio culturale e dei siti del Patrimonio Mondiale.

Città contemporanee: IVREA, città industriale del XX secolo

Sala Cinesi Grande

Questo panel è dedicato alla genesi del riconoscimento IVREA città industriale del XX secolo patrimonio UNESCO, su come e perché si differenzia da altri siti analoghi presenti nella Lista del Patrimonio Mondiale, sulla modernità del pensiero di Adriano Olivetti e come tutto questo potrà – se potrà – generare valore per il territorio, anche in […]

Day TWO 27 settembre UNESCO
MAGGIORI INFORMAZIONI